Come già spiegato in altri articoli, il video marketing è un’ottima strategia per fare brand awareness e vendere i tuoi prodotti/servizi.

È importante precisare che, se il video è fatto male sia per la qualità della ripresa che per i contenuti, può generare un effetto boomerang catastrofico, confondere i tuoi clienti, danneggiare il tuo brand, la tua reputazione e la tua credibilità.

Come riconosciamo la differenza tra un buon contenuto audiovisivo ed uno che non lo è?

Quando elabori un piano di comunicazione video per la prima volta, qualora non stesse funzionando, può essere difficile capirne il perché.

Anche se conosci la tua azienda meglio di chiunque altro, non è detto che tu sia in grado di mostrare agli altri l’importanza dei tuoi servizi ed è probabile che tu non sia neanche un professionista in ambito video. Tuttavia è possibile avere lo stesso dei buoni risultati anche con un approccio Fai-da-te.

Non bisogna per forza essere Steven Spielberg, con un buono smartphone è possibile creare dei contenuti video di valore per il tuo marketing. Basta una buona pianificazione e la consapevolezza di quali sbagli non commettere.

Vediamo assieme quali sono gli errori più gravi e come evitarli, senza perdere tempo e soprattutto denaro!

Ricordati che non esiste la formula magica perfetta quando fai video marketing. Quello che funziona per alcune aziende, può non funzionare per la te ed il tuo brand.

Inoltre è bene che tu capisca che, raggiunto un certo livello, appoggiarsi a dei professionisti sarà sempre la scelta migliore.

1) Fare un video a tutti i costi

Questo è il più grande errore che tu possa fare. Anche se sembra un’ovvietà,  prima di realizzare un contenuto video, devi sapere esattamente cosa vuoi dire e cosa intendi ottenere!

Il fatto che bisogna fare video non vuol dire che qualsiasi video vada bene. Non fare un video solo perché devi.

Chiediti a te stesso: Questo contenuto rappresenta un contributo importante nella mia strategia? E’ utile al mio brand?

Ricorda che il video è uno strumento per raggiungere un obiettivo più grande, quindi va usato con astuzia.

Identifica un problema da risolvere o un risultato da raggiungere. Poi definisci un obiettivo, ad esempio, ottenere il 40% di visitatori in più per una prova gratuita.

Fissato l’obiettivo, tutto è più facile anche per capire se la tua strategia stia funzionando o meno. Questo ti permetterà di stoppare o evitare una campagna a pagamento se non ne vale la pena!

2) Perdere di vista la tua audience.

Abbiamo definito un obiettivo, ma adesso?

Un altro sbaglio in cui molti inciampano, è quello di girare un video che piaccia solo a se stessi, invece che alla propria audience o al proprio target di clienti. Ricordati sempre per chi stai girando.

Il tuo contenuto deve essere strutturato appositamente per sopperire ai bisogni, interessi e preoccupazioni dei tuoi utenti. Solo in quel caso loro saranno ben felici di ascoltare le tue soluzioni.

La tecnica migliore è chiarire il tuo target: chi sono davvero le persone alle quali ti stai rivolgendo, quali sono le loro paure, quali sono le parole che utilizzano nelle ricerche google?

Solo dopo aver definito ciò, avrai chiaro come realizzarlo e come impostare la tua comunicazione.

3) Dire troppo fa calare l’interesse  

confusion

Concentrati su un solo messaggio chiave: troppi dati e informazioni finiranno per confondere l’utente. Il tuo video deve essere corto e “social oriented”.

Quindi, se devi trasmettere più messaggi, pubblica più contenuti video: non solo aiuterà la tua audience, ma migliorerà anche la tua presenza online, dalla tua SEO alla tua reach sui social network!

Crea un testo o un canovaccio da seguire e poi gira, ma non dimenticare di evitare il prossimo errore!

4) Non dimenticare mai la Call-To-Action

Hai quasi finito di registrare il tuo video ma, una volta terminato, cosa deve fare chi lo guarda?

Molte grandi aziende commettono l’errore grossolano di omettere la call-to-action (CTA) finale.

E’ di vitale importanza aggiungere una CTA per dare all’utente una via da seguire al termine della visione del video.  

Se dimentichi di inserire una CTA, il tuo pubblico potrebbe smarrirsi ed il tuo video rimarrebbe un contenuto poco utile alla tua strategia.

Ora ti è chiaro come impostare un video efficace evitando questi 4 grandi errori. Puoi promuoverlo su Facebook e qui ti spieghiamo come!

Ricapitolando:

  1. Stabilisci l’obiettivo;
  2. Conosci il tuo pubblico;
  3. Definisci il messaggio;
  4. Chiedi di agire;

Se metti in pratica costantemente questi 4 passaggi, avrai ottime possibilità di sviluppare una strategia video marketing di successo, anche col tuo smartphone!

Contattaci se vuoi avere maggiori informazioni. info@dirama.me